Press "Enter" to skip to content

La logica di Tommaso d’Acquino – Claudio Testi

Testi, Claudio; (2018), La logica di Tommaso d’Acquino – Dimostrazione, induzione e metafisica, ESD: Bologna.


Dato che da circa un anno, con l’eccezione di un lavoro su Kant, non ho più pubblicato nulla in lingua italiana neppure per Scuola Filosofica, dovrebbe significare almeno che questo lavoro del dottor Claudio Testi, già autore di diversi lavori eccellenti su Tolkien e san Tommaso, ha una sua importanza peculiare. Infatti, Testi è un autore che centellina le sue pubblicazioni con molta cautela e che mai dà alle stampe qualcosa che non sia profondamente ponderato nei minimi dettagli. Era questo il caso di Santi pagani nella Terra di Mezzo, in cui Testi approfondiva le sue ricerche tolkeniane di cui egli stesso è uno dei massimi studiosi, non solo italiani, e già recensito per SF ed è tanto più il caso di questo volume.

La logica di Tommaso d’Acquino è un testo che è diviso in sette capitoli che afferiscono all’analisi della logica neo-aristotelica proposta da Tommaso: dimostrazione, induzione e metafisica sono le tre categorie guida dell’opera che, non a caso, configurano anche nel sottotitolo del medesimo testo e che includono le altre sottocategorie principali considerate. Tra “dimostrazione, induzione e metafisica”, verrebbe da dire, non manca niente, eppure, data la statura e la dimensione dell’opera di Tommaso, è una chiara scelta di campo che, tendenzialmente, ad esempio, esclude almeno in parte la cospicua componente teologica (seppur non del tutto, giacché tutto torna in Tommaso, filosofo che, come pochi, ha abbracciato una chiara visione di insieme la cui consistenza e dimensione è ancora oggi esempio di “sistematica” filosofica). Tuttavia, è evidente che il volume si colloca all’interno di una precisa linea di ricerca, principalmente incentrata sulla formulazione di ciò che Tommaso considerava all’interno della sua logica.

Sebbene il lavoro di Testi non si inserisca all’interno della logica formalizzata (ma immediatamente ed evidentemente formalizzabile) non si tratta di per sé di una lettura agevole, almeno nel senso che sia una lettura facile, ovvero di quelle opere che si possono tranquillamente sfogliare come un testo dell’Hachette, tanto per fare un esempio e con tutto rispetto per le introduzioni alla filosofia. Se, però, non si tratta di una lettura “facile”, cioè agile, non significa che non sia “cristallina”. Come Testi ha abituato i suoi lettori, ogni parte del suo testo gode di quello statuto di evidenza e chiarezza che si può soltanto ritrovare in alcuni, rari, lettori della filosofia e, nel suo caso, della filosofia di Tommaso.

Quindi, in questo senso, La logica di Tommaso d’Acquino è esattamente ciò che il titolo (più il sottotitolo) dicono di se stessi (ponendoci così su un piano quasi gödeliano – che si può forse ritrovare nella bella copertina del libro di Escher che, con Godel e Bach, fu parte del trio della ghirlanda brillante di Hofstadter). In questo senso il testo è di eccezionale livello in diversi sensi: (a) è una perfetta introduzione al pensiero logico di Tommaso, (b) è esso stesso uno sforzo di chiarificazione concettuale evidente a chiunque legga il testo e (c) è una buona palestra anche per il lettore avanzato di logica. In questo senso, come in tutti i lavori di questo tipo e di questa qualità filosofica, il lettore verrà sicuramente ripagato nell’attenzione della lettura da un piacere intellettuale che ci riporta alla filosofia antica in cui la soddisfazione dell’intelletto non era considerata inferiore a niente di esperibile e questo, ci pare, un toccasana in tempi in cui tutto deve esaurirsi nell’immediato senza lasciare alcuna traccia cosa impossibile per chi avrà letto La logica di Tommaso d’Acquino di Claudio A. Testi.


Claudio A. Testi

La logica di Tommaso D’Acquino

EDS

Pagine: 253


Giangiuseppe Pili

Giangiuseppe Pili è Ph.D. in filosofia e scienze della mente (2017). E' attualmente assistant professor ed è il fondatore di Scuola Filosofica, coordinatore dell'associazione Azione Filosofica ed è il responsabile della collana dei libri di Scuola Filosofica. Egli è autore di numerosi saggi e di diversi articoli in riviste internazionali. In lingua italiana ha pubblicato numerosi lavori e libri. Scacchista per passione.

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *