Press "Enter" to skip to content

Categoria: Ebook e Internet

Fascino degli Scacchi 2 – Ivano Pollini

Copertina flessibile

Amazon.it

19,76€ 

Vedi Amazon.it:

Ricevilo entro mercoledì 10 luglio

Idoneo alla Spedizione GRATUITA


Premessa dell’Autore: “Nel 2018 mi è sembrato opportuno rivedere e ampliare un testo che in alcuni aspetti era stato in parte incompleto e che, secondo un’opinione espressa da alcuni giocatori e esperti, necessitava di una nuova edizione. Nella prefazione della seconda edizione, ho provato a dare al lettore una spiegazione della mia (incerta) decisione. All’inizio avevo provato un senso di smarrimento all’idea di riprendere una nuova scrittura del libro ma, se poi ho scelto di riscriverlo, lo devo in parte all’influenza di Siegbert Tarrasch che, all’inizio della carriera, aveva dichiarato di aver imparato a giocare a scacchi dopo aver fatto l’“astonishing discovery” che si potevano scrivere libri su questo affascinante passatempo. La forma del presente libro è rimasta nel complesso inalterata, ma la sua riscrittura ha comportato varie modifiche e miglioramenti. Per esempio, la parte sulla Psicologia negli scacchi è stata notevolmente ampliata ed è stato aggiunto un capitolo completamente nuovo sulla Teoria generale degli scacchi”. (Amazon.it 04-07-2019)

Brexit and Terrorism: EU Law on Terrorism Facing the Threat of Brexit [Brexit Institute]

It is with my great pleasure to report the blog post for the Brexit Institute (Dublin City University): “Brexit and Terrorism: EU Law on Terrorism Facing the Threat of Brexit“. I want to thank Ph.D. Student and IASTE member, Ferdinando Angeletti, for his major contribution on writing this post. Here you can find the abstract!


Introduction

UK’s exit from the European Union is still not completed: according to the procedure defined by Article 50 of the European Union Treaty (so-called Brexit) the process is not finished yet. However, it is appropriate to evaluate the legal consequences that it may generate in the near future. The legislation of the EU covers several decades with a particularly thriving normative production in the twenty-five years following the Maastricht Treaty (1992). For the United Kingdom (UK), going back then will not be an easy task. Especially, it will be a delicate process to re-define matters such as criminal law and criminal procedure. In this post, we will analyze the consequences that the UK will face in the legislation on terrorism, focusing our analysis on the European criminal and procedural laws and on judicial cooperation relations in the field of terrorism. Indeed, unless the exit agreements do not provide otherwise, the current agreements will become inapplicable.

[Segnalazione] Economic Warfare, il nuovo quaderno della Società Italiana di Storia Militare

Cari lettori di SF,

E’ con mio grande piacere annunciare l’uscita del nuovo quaderno della Società Italiana di Storia Militare (SISM), Economic Warfare Storia dell’arma economica. Il quaderno è fruibile direttamente da open source di diverso tipo e a breve dal sito stesso della SISM. Economic Warfare è un lavoro di altissimo rilievo scientifico, curato dal prof. Virgilio Ilari e il prof. Giuseppe Della Torre. Tra i contributi ci sono alcuni massimi studiosi italiani del settore (come Carlo Jean e Gastone Breccia) e un contributo del sottoscritto, Giangiuseppe Pili. Come già da diversi anni, il SISM propone dei materiali di grande rilievo scientifico e liberamente fruibili anche per tutti gli utenti del web. Anche quest’anno SF vuole contribuire alla promozione del volume, sperando che anche voi lettori di SF possiate essere interessati a questo genere di tematiche che, per altro, trovano ampio spazio dentro l’universo di Scuola Filosofica. Invito, dunque, a leggere questo monumentale lavoro, Economic WarfareStoria dell’arma economica per scoprire la storia del nostro presente, che ci vede tutti all’interno di una guerra economica senza pace e senza tregua.

Un caro saluto a tutti voi e un personale augurio di buona lettura,

Giangiuseppe Pili

Un sito ovvero come l’abbiamo fatto noi! La storia di Scuola Filosofica

Struttura dell’articolo

1 Introduzione

2 I prodromi e la nascita di SF1.0 (2007-2009)

3 Ascesa e caduta di SF1.0 (2010-2011)

4 Il decollo e l’assestamento (2012-2013)

5 La grande razionalizzazione: tra studi, modifiche e revisioni, l’ascesa di SF (2014-2015)

6 Uno sguardo al futuro

7 Disamina delle fonti


1

Introduzione

20160708_095329“I have a dream” o per meglio dire “I have two, three or four dreams”: uno sarebbe quello di pubblicare qualcosa, ma è un “trip” più che un “dream”, almeno per il momento. Però un altro sogno potrebbe essere molto meno “sogno” di quanto non sia: fare un bel sito di filosofia.

Giangiuseppe Pili, da Lettera a Stefano Sabatini – 25.01.2008 –

Scrivere la storia di un sito internet è qualcosa di estremamente difficile, se non addirittura impossibile. Un sito internet non è solamente un fatto disincarnato, che vive di vita propria, in una sorta di mondo platonico delle idee. Un sito internet è il risultato dell’utilizzo di software che agiscono sul web e che hanno una natura materiale, come tutte le altre cose. Inoltre, un sito internet ha moltissime proprietà distinte che non attengono esclusivamente al web. Esso è come una mano: può essere usata per toccare, per provare piacere, per scrivere etc.. Non c’è scritto nel manuale di istruzioni cosa un sito è perché un sito internet è una cosa con infinite possibilità di interpretazione, lettura ed utilizzo. Inoltre, proprio per questo, come insegnano tutti i manuali di cyber security, ogni piattaforma sul web prevede e richiede una equivalente trasposizione nel mondo: un insieme di persone organizzate per produrre uno scopo comune.