Press "Enter" to skip to content

Sviluppare il pensiero critico con Alexandra Luce

https://fr.m.wikipedia.org/wiki/Fichier:Athene_noctua_(portrait).jpg

Sono estremamente contento di pubblicare la traduzione dell’intervista con Dr Alexandra Luce, fondatrice di Acuity Development, esperta di critical thiking (pensiero critico) e creative thinking (pensiero creativo). Il pensiero critico e creativo sono parole chiave nel mercato del lavoro e nell’attività quotidiana di impresa. Eppure, in realtà, poche persone comprendono pienamente di cosa si tratta, la loro importanza, e come si insegnano. Io stesso sono un follower della newsletter di Acuity Development, che è sempre interessante e perspicace, con molti stimolanti suggerimenti. Qui offriamo anche una guida per imparare ad applicare il pensiero critico alle ipotesi, cortesemente fornitaci direttamente da Alex “Guida alle ipotesi“. Così, è un mio personale piacere pubblicare questa traduzione su Scuola Filosofica. Nel nome del team di SF, dei nostri lettori e di me stesso: Dr Luce, grazie!


1. Come ti vorresti presentare ai lettori italiani e a Scuola Filosofica?

Alexandra Luce ha una grande passione nell’insegnare alle persone come portare al livello successivo il loro pensiero critico e creativo. E’ la fondatrice di Acuity Development Inc.. Alex lavora continuamente per studiare e sviluppare strumenti pratici che possano aiutare le persone ad ottenere il meglio dal loro pensiero. Alex ha sviluppato corsi di livello magistrale per istituti in Nord America, tra cui la Royal Military College del Canada. Ha una laurea maturata all’Università di Toronto, mentre la sua specialistica (MPhil) e dottorato (PhD) all’Università di Cambridge. Vive a Montreal, insegna online, e ama viaggiare.

2. Il pensiero critico sembra un meme del nostro tempo. Tuttavia, quando tutto è pensiero critico nulla è pensiero critico. Come definiresti il ​​“pensiero critico” e cosa non è il pensiero critico?

Definisco il pensiero critico (critical thinking) come il risultato del pensare chiaro, oggettivo e olistico. Questo include fare molte domande, anche sul proprio pensare, come anche considerare cosa manca o cosa può essere sbagliato [nel proprio modo di ragionare]. Cercare multipli punti di vista. Valutare dati (quantitativamente e qualitativamente). Comprendere il contesto e le connessioni. Essere disposti a cambiare la propria mente sulla base di ciò che si impara.

Il pensiero critico non è semplicemente accettare ciò che ti è stato dato, anche quando sembra di per sé buono. Esso riguarda l’andare in profondità, guardando ciò che c’è realmente e perché.


3. Il pensiero critico è una abilità o un insieme di abilità? Come può essere migliorato? Allenamento o conoscenza?

Si tratta di un insieme di abilità e comportamenti, che possono essere migliorati con la pratica. Le abilità includono cose come identificare ed esaminare assunzioni, valutare argomenti, determinare il significato di un particolare set di dati, analizzare implicazioni.

E’ anche importante essere inquisitivi, sistematici e di larghe vedute [open-minded]. Idealmente, bisogna essere attivamente aperti: non solo bisogna essere aperti a posizioni contrarie alle proprie, si deve fare anche il passo in più per cercare punti di vista differenti dai tuoi.

La conoscenza e l’allenamento sono importanti per il pensiero critico. Tuttavia, è tramite l’applicazione delle abilità e dei comportamenti che può avvenire il miglioramento. Mettere in pratica le proprie abilità, avere riscontri da altri, riflettere, aggiustare il tiro sulla base dei riscontri e riflessioni, e ricominciare da capo. Si tratta di un ciclo continuo.

In tutto ciò, c’è anche un’importante componente mentale. La valutazione deve essere incentrata più sulla crescita personale che non sul centrare il punto di per sé, cioè avere ragione. Valutare la crescita porta all’antipatica sensazione che si sente quando il proprio pensiero viene aperto alla critica e quando ci si rende conto di essere in errore. Inoltre, è molto più facile progredire quando si è in un ambiente o comunità che tende a mettere per prima la crescita e il lavoro attivo per migliorare il proprio pensiero critico.


4. Considerando molte offerte di lavoro, il pensiero critico è richiesto nel 90% dei casi. Perché il pensiero critico è così spesso richiesto nel presente mercato del lavoro?

È un’espressione popolare ed è sicuramente vero che molte compagnie hanno bisogno di persone capaci di risolvere problemi.

Talvolta, però, c’è una certa disconnessione tra parole e azioni. Ad esempio, un’azienda che può dire di voler personale con abilità proprie del pensiero critico, potrebbe in realtà disincentivarlo attraverso una inadeguata cultura aziendale o mediante processi inadeguati, quando essa lo ritiene opportuno (ad esempio, ripensando una linea di business). Allo stesso modo, mentre molte compagne dicono di tenere in gran conto il pensiero creativo e l’innovazione, loro poi non necessariamente lo coltivano.


5. Come possiamo essere sicuri di essere efficienti “pensatori critici”?

La mia prima reazione è stata “Si può essere sicuri [di qualcosa]?”, che la dice lunga sulla mia relazione con l’incertezza! Seriamente, però, ci sono due cose che possono aiutare nel processo di valutazione del proprio pensiero critico:

  1. Chiedi agli altri, tra quelli che tu rispetti maggiormente come pensatori critici, di valutare il tuo livello di pensiero in un particolare contesto di applicazione. Chiedi loro cosa stai sbagliando e cosa puoi migliorare.
  1. Tieni traccia del tuo lavoro. Ad esempio, se stai prendendo una decisione importante, una predizione, scrivi quel che stai pensando. Scrivere aiuta a vedere le cose più in là. In più, puoi sempre controllare in un secondo momento e valutare quel che hai pensato.

Se sarai in grado di perseguire questi due punti, sarai sicuramente in grado di progredire nel pensiero critico.


6. In poche parole, puoi darci un’idea di cosa Acuity Development è e cosa cerca di raggiungere?

Acuity Development esiste per aiutare ad espandere e migliorare il tuo pensiero. Si è sviluppato a partire dal mio lavoro di insegnamento dell’analisi di intelligence. Tanto più insegnavo, tanto più osservavo il pensiero delle persone, quanto più mi sono accorta che il pensare bene [great thinking] richiede sia elementi critici che creativi. Nessuna delle due è un talento magico che si ha o non si ha. Entrambi sono abilità. Acuity Development fornisce gli strumenti che ti servono per migliorare queste abilità.

Ad esempio, facciamo ipotesi tutti i giorni su piccoli o grandi problemi allo stesso modo. Tuttavia, non siamo così pronti e capaci nell’identificare le nostre assunzioni. Spesso siamo solo in grado di vederle retrospettivamente, dopo che qualcosa è andato storto e ha causato conseguenze negative. Così Acuity Development offre gratis Ipotesi –Una breve guida per scoprire e valutare le vostre ipotesi, così da non farvi prendere alla sprovvista, con molti esempi e un processo passo-passo che si può usare per rivelare le tue assunzioni, così da vedere quali hanno solide basi nella realtà e quali no. Più usi questi processi, e questo nello specifico, e più diverrà facile e, alla fine, diverrà come una seconda natura.


7. Come possono seguirti i nostri lettori?

Invito i lettori a visitare www.acuitydev.ca, dove si possono trovare risorse, Acuity News e il nostro corso, Ignite. Si possono anche collegare con me tramite LinkedIn o Instagram (@alexluce_aqui).


8. Cinque parole chiave che ti rappresentano?

Curiosa, Creativa, Gioiosa, Determinata. Grata

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *