Press "Enter" to skip to content

Tag: Arché

Eraclito – Vita e opere

Scopri i libri della collana o i servizi editoriali di Scuola Filosofica!

Iscriviti alla Newsletter!

Consigliamo – Parmenide – a cura di Giangiuseppe Pili e l’intervista al Professor Tagliagambe


Vita

Eraclito nasce ad Efeso nel 550 a.C., circa, e vi rimane sino alla morte avvenuta attorno al 480 a.C.. Sulla sua vita si sa abbastanza poco: era di origine nobile e rifiutò di stipulare una costituzione democratica per la sua città. Noto per essere un personaggio eccentrico e lontano dalla vita comune, egli fu aristocratico nella vita e nel pensiero.

Talete – Vita e Opere

Scopri i libri della collana o i servizi editoriali di Scuola Filosofica!

Iscriviti alla Newsletter!

Consigliamo – Eraclito – a cura di Giangiuseppe Pili e l’intervista al Professor Tagliagambe


Vita

Di Talete non si sa né data di nascita né di morte. Si calcola, visse tra il VII-VI secolo a.C., più precisamente tra il 640 e il 540 a.C.. Le date sono incerte e puramente indicative, di fatti non c’è giunto nulla della sua vita che non sua ammantato di una certa aria di leggenda. Visse a Mileto e si spostò in diverse parti del Mediterraneo; Egitto, Grecia. Si dice che fosse di interessi molto vari e Diogene dice che fu un grande capo politico, i dossografi riportano la previsione dell’eclisse di sole del 585 a.C., in Egitto calcolò l’altezza delle piramidi con un metodo ingegnoso: aspettò che l’ombra delle cose fosse uguale all’altezza stessa dell’oggetto, questo ci è riferito da Plutarco. Si dice che abbia introdotto egli stesso la geometria in Grecia e fu anche un matematico e alcuni gli attribuiscono le dimostrazioni di alcuni teoremi ma è piuttosto improbabile che ciò sia realmente avvenuto.

Anassimene – Vita e opere

Scopri i libri della collana o i servizi editoriali di Scuola Filosofica!

Iscriviti alla Newsletter!

Consigliamo – Parmenide – a cura di Giangiuseppe Pili e l’intervista al Professor Tagliagambe


Vita

Anassimene nacque a Mileto nel 585 a.C. e lì morì nel 528 a.C.. Della sua vita si sa poco o niente, se non fosse che fu un ascoltatore dei discorsi tenuti dal suo concittadino Anassimandro, ma pure di ciò non ci può esser certezza.

Anassimandro – Vita e opere

Scopri i libri della collana o i servizi editoriali di Scuola Filosofica!

Iscriviti alla Newsletter!

Consigliamo – Eraclito – a cura di Giangiuseppe Pili e l’intervista al Professor Tagliagambe


Vita

Filosofo presocratico, il secondo in ordine cronologico a noi noto. Si suppone che nacque intorno al il 609/610 a.C e morto nel 547 a.C.. Di una generazione successiva a quella di Talete, fu discepolo di questi e pare che ne fosse anche parente. Nacque e visse a Mileto e lì studiò col suo maestro. Fu il primo ad introdurre il concetto di cosmologia: se il maestro aveva iniziato un’opera di demistificazione nei confronti della religione e dei pregiudizi sociali dell’epoca, Anassimandro compie un ulteriore passo di consapevolezza inserendo l’uomo in uno spazio-tempo più preciso ancora. La cosmologia anassimadrea prevedeva una terra di forma cilindrica sospesa al centro della quale stavano equidistanti le stelle, il sole e la luna, tutti corpi infuocati.

Sia astronomo che geografo fu il maestro di Senofane e di Pitagora, o così pare.