Press "Enter" to skip to content

[Segnalazione] Paolo Meneghetti: “prolusione d’estetica” ad ISERNIA, Sabato 10 Dicembre

Nicola Belloni - Paolo Meneghetti

Sabato 10 DICEMBRE

alle ore 18.00
presso l’Auditorium “Unità d’Italia”
sito in Corso Risorgimento n°221
ad ISERNIA
il critico d’estetica contemporanea Paolo Meneghetti terrà una prolusione a voce (di circa 20 minuti), aprendo la mostra d’arte Nicola Belloni ceramista.

E’ possibile percepire un “cullarsi” del fuoco, che però alla fine “s’atrofizzi” nella terra? Proprio così nascerebbe la ceramica… Tendenzialmente, quella di Nicola Belloni spinge l’aria, e verso la quiete d’un fischio. Egli ad esempio ci rappresenta gli animali, abituati dall’istinto a mettersi in allerta. Nicola Belloni ama la dialettica fra i vuoti ed i pieni. Qualcosa che noi percepiremmo al suo “cullarsi”, sotto il “languore” d’una cottura per la ceramica. Nicola Belloni spesso esibisce una “strozzatura” fra le figure (quali il totem per l’ampolla, oppure il pavone per la cornamusa), che tramite i vuoti ed i pieni giungerebbe a “fischiare”. Con la ceramica, noi dobbiamo percepire lo “stiracchiarsi” al “risveglio” dei colori. Nicola Belloni “strozza” assieme le figure più o meno animali, ma virtualmente al loro dormiveglia. E’ questo il rilassamento d’un “tuffo”? In fondo avviene lo stesso, per la carica “istintuale” d’un mero zampillo (destinato a “colare” nell’ondeggiamento, sul vuoto contro il pieno del mare). Nicola Belloni è interessato ai toni che letteralmente “arenano” il loro rilassamento. Il blu, il verde e l’ocra emanano tutto lo “stiracchiamento” della serenità. Il Sole può trasformarsi in una conchiglia, una volta “udito” sul “dormiveglia” della superficie acquosa. Il raggio è lo zampillio, sul biancheggiare dell’onda. Nicola Belloni insiste col tono marino del blu, chiamato “al fischio” giacché avvicinato a quello irradiante del giallo. Così, insomma, noi riusciamo a percepire la carica istintiva dei pieni, “strozzati per risvegliarsi” nei vuoti (dal fuoco alla terra).
Nicola Belloni (Visso, 1909 – Isernia, 1999) fu un grande ceramista. Ma egli praticò anche la pittura (mediando esteticamente fra la metafisica di Giorgio De Chirico e le nature morte di Giorgio Morandi). Le opere di Nicola Belloni (più volte premiato, nella sua vita) oggi si possono vedere in prestigiosi musei (a Vicenza, a Gubbio, a Parigi, ad Isernia ecc…). Egli da ragazzo frequentò la Regia Scuola di Ceramica a Civita Castellana, per poi spostarsi a Roma, entrando in contatto sia con gli artisti (Mario Mafai, Orfeo Tamburi, Pericle Fazzini ecc…) sia con gli intellettuali (Giuseppe Ungaretti, Vincenzo Cardarelli ecc…).
La mostra presso l’Auditorium di Isernia, patrocinata dal Comune, è stata ideata da Franca e Nicoletta Belloni, con lacuratela dell’Associazione Culturale “Sm’Art”.
Essa rimarrà aperta nei seguenti orari:
dal 10 Dicembre all’8 Gennaio, dal Martedì alla Domenica (ore 18.00 – 20.00)


Per informazioni sulla mostra, si contatti:

Auditorium “Unità d’Italia”, Isernia:
0776-313934
Associazione Sm’Art:

Giangiuseppe Pili

Giangiuseppe Pili è Ph.D. in filosofia e scienze della mente (2017). E' stato assistant professor ed è il fondatore di Scuola Filosofica, coordinatore dell'associazione Azione Filosofica ed è il responsabile della collana dei libri di Scuola Filosofica. Egli è autore di numerosi saggi e di diversi articoli in riviste internazionali. In lingua italiana ha pubblicato numerosi lavori e libri. Scacchista per passione. ---- ENGLISH PRESENTATION ------------------------------------------------- Giangiuseppe Pili - PhD philosophy and sciences of the mind (2017). He is a former assistant professor in intelligence studies and he is the founder of Scuola Filosofica (Philosophical School) and the Co-Founder of the philosophical association Azione Filosofica (Philosophical Action). He is the editor in chief of the collective series of books based on the blog (Le Due Torri - Publisher). He is a prolific author nationally and internationally. He is a passionate chess player and (back in the days!) movie maker.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *