Press "Enter" to skip to content

Il cinema secondo Hitchcock – Francois Truffaut


Scopri Intelligence & Interview di Scuola Filosofica!

Iscriviti alla Newsletter!

Consigliamo – Filosofia del cinema, una presentazione di Giangiuseppe Pili all’Accademia d’Arte!


Libro-intervista ad uno dei più grandi e chiacchierati cineasti della storia, Alfred Hitchcock. Truffaut, noto regista francese, compone questo libro per mostrare la “vera realtà” del cinema hitchcockiano, ridotto da molti critici a puro intrattenimento o a sterile capacità tecnica. Truffaut dimostra che, dietro l’abilissima arte cinematografica del grande maestro inglese, si cela un universo di emozioni e sentimenti su cui si costruiscono le storie che vedono al centro l’Uomo nella sua nuda realtà.

Dire la verità su un regista che ha legato la propria carriera sull’immagine di sé, non è certo un obbiettivo privo di ambizioni. Hitchcock è stato vittima del suo stesso successo: egli era un’“icona” e, dunque, si prestava bene a feroci critiche di chi concepisce il cinema come un’arte disincarnata, priva della dimensione economica di cui, invece, è figlia. Per far film ci vogliono molti soldi e per fare molti soldi bisogna vendere molti biglietti. George Clooney fu molto onesto, quando rispose ad una domanda di un giornalista che insisteva sulla “alternativa” offerta dal cinema indipendente: indipendente si, disse Clooney, ma non dal botteghino. La dimostrazione di questo ci viene offerta anche da un regista triste, sotto l’aspetto delle proprie vicende umane, Orson Welles: recitò in film di terzo ordine pur di trovare i soldi per finanziarsi.

Tutto questo Hitchcock lo sapeva bene e fu un regista di successo a tal punto da potersi permettere di essere uno dei principali azionisti di una delle più grosse case cinematografiche degli Stati Uniti.

E’ un libro consigliato a tutti gli amanti del cinema del grande maestro inglese, ma anche per tutti i suoi critici, considerato che fu proprio a questi indirizzato. Truffaut ripercorre per intero la carriera di Alfred il quale si sottopone volentieri a critiche, ripensamenti e riletture della sua stessa opera, raccontando aneddoti curiosi e divertenti.

Un libro divertente per tutti gli appassionati del cinema e anche per semplici curiosi, composto a “due bocche” da due dei più grandi cineasti della storia del cinema.


Francois TRUFFAUT

IL CINEMA SECONDO HITCHCOCK

IL SAGGIATORE

PAGINE 311

EURO: 39,00


Giangiuseppe Pili

Giangiuseppe Pili è Ph.D. in filosofia e scienze della mente (2017). E' stato assistant professor ed è il fondatore di Scuola Filosofica, coordinatore dell'associazione Azione Filosofica ed è il responsabile della collana dei libri di Scuola Filosofica. Egli è autore di numerosi saggi e di diversi articoli in riviste internazionali. In lingua italiana ha pubblicato numerosi lavori e libri. Scacchista per passione. ---- ENGLISH PRESENTATION ------------------------------------------------- Giangiuseppe Pili - PhD philosophy and sciences of the mind (2017). He is a former assistant professor in intelligence studies and he is the founder of Scuola Filosofica (Philosophical School) and the Co-Founder of the philosophical association Azione Filosofica (Philosophical Action). He is the editor in chief of the collective series of books based on the blog (Le Due Torri - Publisher). He is a prolific author nationally and internationally. He is a passionate chess player and (back in the days!) movie maker.

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *